Alterazione della flora batterica intestinale: sintomi e cause

da | Giu 29, 2024

Home » Pillole Scientifiche » Alterazione della flora batterica intestinale: sintomi e cause

L’alterazione della flora batterica intestinale, nota anche come disbiosi intestinale, è una condizione caratterizzata da uno squilibrio tra i vari microrganismi che abitano il tratto gastrointestinale. Composta da trilioni di batteri, virus e funghi, essa svolge un ruolo cruciale nel mantenimento della salute dell’organismo, dato che partecipa a funzioni digestive, immunitarie e metaboliche. 

La disbiosi può portare a numerosi problemi di salute e si manifesta con una serie di sintomi e con molteplici cause scatenanti. Cerchiamo dunque di analizzare i sintomi principali dell’alterazione della flora batterica intestinale e le cause più frequenti che portano a questa condizione.

I sintomi dell’alterazione della flora batterica intestinale

La disbiosi intestinale può manifestarsi attraverso una serie di sintomi diversi, che possono essere facilmente confusi con altre condizioni gastrointestinali. Tra i più comuni vi sono i disturbi gastrointestinali, i quali includono gonfiore, flatulenza, stitichezza e diarrea.

Oltre ai problemi gastrointestinali, la disbiosi può manifestarsi anche attraverso problemi cutanei. L’acne, ad esempio, può essere aggravata da uno squilibrio batterico che influisce sulla produzione di sebo e sulle infiammazioni cutanee. 

Un altro aspetto critico della disbiosi è l’impatto sulla sensazione generale di benessere. L’assorbimento compromesso di nutrienti essenziali può portare a stanchezza cronica, con una costante sensazione di affaticamento e debolezza. Inoltre, l’infiammazione sistemica associata alla disbiosi può causare dolori muscolari e articolari, aggravando ulteriormente il malessere generale.

Non meno importante, inoltre, è l’influenza della disbiosi sull’umore e la salute mentale. La stretta connessione tra intestino e cervello comporta che uno squilibrio nella flora batterica può contribuire all’insorgenza di disturbi come ansia e depressione. Alcune ricerche hanno evidenziato come i batteri intestinali possano produrre neurotrasmettitori e altri composti chimici che influenzano direttamente l’umore e le funzioni cognitive.

Cause dell’alterazione della flora batterica intestinale

Le cause della disbiosi intestinale sono molteplici e spesso connesse tra di loro, con fattori che spaziano dallo stile di vita alle scelte alimentari. Una delle principali cause è ad esempio un’alimentazione scorretta. Una dieta ricca di zuccheri, grassi saturi e povera di fibre favorisce la proliferazione di batteri patogeni, a scapito di quelli benefici. 

L’eccessivo consumo di alimenti trasformati e poveri di nutrienti essenziali può alterare significativamente il microbioma intestinale, e tutto ciò porta a uno squilibrio che compromette la salute dell’intestino.

L’uso di antibiotici rappresenta un’altra causa rilevante di disbiosi. Sebbene siano essenziali per combattere le infezioni batteriche, gli antibiotici possono causare anche la distruzione dei batteri benefici presenti nell’intestino. Questo effetto collaterale può causare uno squilibrio nella flora batterica, specialmente se l’uso di questi farmaci è frequente o prolungato. La distruzione dei batteri benefici lascia spazio ai patogeni per proliferare, aggravando la disbiosi.

Lo stress cronico è un ulteriore fattore che potrebbe alterare la composizione della flora intestinale. L’asse intestino-cervello citato in precedenza evidenzia come le emozioni e lo stress possano influenzare direttamente la salute intestinale. Lo stress può infatti alterare il funzionamento dell’intestino, andando a modificare la motilità e la secrezione di enzimi digestivi, e di conseguenza, influenzando negativamente il microbioma.

flora batterica alterata: le cause

Anche gli stili di vita poco salutari contribuiscono alla disbiosi intestinale. Mancanza di attività fisica, il sonno insufficiente e l’uso eccessivo di alcol e tabacco: tutti fattori che sono in grado compromettere l’equilibrio del microbiota intestinale. L’esercizio fisico regolare è noto per favorire una flora batterica sana, mentre la sedentarietà può portare a uno squilibrio. Allo stesso modo, il sonno di qualità è fondamentale per il mantenimento di un intestino sano, poiché la mancanza di sonno può alterare il ritmo circadiano del microbioma.

In definitiva, la disbiosi intestinale è il risultato di una combinazione di fattori che includono una dieta inadeguata, l’uso di antibiotici, lo stress cronico e uno stile di vita poco salutare. Riconoscere e affrontare queste cause (con un’alimentazione sana e personalizzata e un valido integratore probiotico come Vitalongum) è essenziale per mantenere un microbioma intestinale equilibrato e prevenire le numerose complicazioni che possono derivare da uno squilibrio della flora batterica intestinale.

Il probiotico scelto da 30mila persone come te

⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️ 4,8/5 (+700 RECENSIONI)

⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
4,8/5 (+700 RECENSIONI)

Se stipsi, gonfiore, colon irritabile, infiammazioni o diarrea ti accompagnano da sempre, l’integratore Vitalongum fa per te! Il nostro probiotico giornaliero favorisce da anni il riequilibrio della flora batterica intestinale di migliaia di persone, in modo 100% sicuro e naturale.

FINO AL 30% DI SCONTO + SPEDIZIONE GRATUITA

× Serve aiuto?