Feci a palline: cause e rimedi per migliorare

da | Mag 17, 2024

Home » Salute » Disturbi » Feci a palline: cause e rimedi per migliorare

Le feci a palline, note anche come feci caprine per via della loro somiglianza agli escrementi delle capre, sono una manifestazione piuttosto comune di alterazione della consistenza fecale. Il particolare tipo di feci in questione si presenta sotto forma di piccoli frammenti sferici e compatti, che sono spesso associati ad una difficoltà nell’evacuazione e a una sensazione di incompleto svuotamento intestinale (si può avere infatti l’impressione di dover andare ancora in bagno).

Questa condizione può essere associata a una serie di cause, come ad esempio stili di vita inadeguati o problemi di salute sottostanti. Di seguito, esamineremo le cause principali, i rimedi e i cambiamenti nello stile di vita che possono aiutare ad alleviare questo problema.

Le possibili cause delle feci a palline

Le feci a palline, come accennato, sono spesso un segnale di una possibile alterazione nel funzionamento dell’apparato digerente. Comprendere le cause sottostanti è fondamentale per individuare nel più breve tempo possibile i rimedi più efficaci, in modo tale da migliorare la propria salute intestinale. Le principali cause possono essere ricondotte a uno stile di vita inadeguato, a una dieta carente di fibre, a una scarsa idratazione o a condizioni mediche specifiche. Analizziamo più da vicino i fattori che possono contribuire alla formazione delle feci a palline.

Dieta povera di fibre

Uno dei motivi principali alla base delle feci a palline è un’insufficiente assunzione di fibre alimentari. Le fibre, infatti, contribuiscono a mantenere la massa fecale soffice e fungono da facilitatori del transito intestinale. Una dieta povera di fibre può portare a una ridotta motilità intestinale e a un rallentato transito, causando l’indurimento delle feci. In questa categoria, dunque, ricordiamo:

  • Cereali raffinati e pane bianco
  • Carenza di frutta e verdura fresca
  • Scarsa assunzione di legumi

Disidratazione

L’idratazione svolge un ruolo chiave nel mantenere le feci morbide e facili da espellere. L’assunzione insufficiente di liquidi durante la giornata può portare a un assorbimento eccessivo di acqua da parte del colon, determinando feci più dure e frammentate. In questa categoria rientrano quindi:

  • Scarsa assunzione di acqua quotidiana
  • Eccessiva sudorazione o diarrea senza reintegro di liquidi
  • Uso eccessivo di bevande diuretiche come caffè e alcol

Condizioni mediche sottostanti

Alcune condizioni mediche, in determinati casi, possono contribuire alla formazione di feci a palline. Si possono citare, a tal proposito:

  • Sindrome dell’intestino irritabile (IBS): spesso è associata a irregolarità intestinali, comprese feci a palline e stipsi.
  • Disturbi della motilità intestinale: includono ad esempio condizioni come la disfunzione del pavimento pelvico, oppure la stitichezza cronica.
  • Ipotiroidismo: una funzione tiroidea ridotta può rallentare la digestione, causando stitichezza e feci indurite.

Possibili cause delle feci a palline

Rimedi per le feci a palline

Affrontare il problema delle feci a palline, come accade spesso per condizioni di questo tipo, richiede un approccio olistico, mirato a individuare e a correggere le cause sottostanti e a promuovere una migliore regolarità intestinale. 

Va specificato, come sempre, che solamente dopo un consulto con il proprio medico curante si potrà individuare il trattamento più indicato. 

I rimedi, comunque, includono in linea di massima modifiche dietetiche, una corretta idratazione e cambiamenti nello stile di vita. In alcuni casi, possono essere necessari integratori o trattamenti medici. Vediamo ora quali sono le strategie più efficaci per migliorare la consistenza delle feci e alleviare i sintomi correlati.

Aumento dell’assunzione di fibre

Incrementare gradualmente il consumo di fibre alimentari può migliorare notevolmente la consistenza delle feci. Tra queste:

  • Cereali integrali: possiamo citare ad esempio avena, crusca, riso integrale
  • Frutta e verdura: è il caso di mele, pere, prugne, verdure a foglia verde
  • Legumi: ad esempio fagioli, lenticchie e ceci

Idratazione adeguata

Bere una quantità sufficiente di acqua ogni giorno è essenziale, i consigli sono:

  • Bere almeno 1,5/2 litri di acqua ogni giorno
  • Consumare tisane e succhi di frutta naturali
  • Limitare il consumo di bevande diuretiche, come ad esempio caffè e alcol

Modifiche nello stile di vita e trattamenti medici

  • Esercizio fisico regolare: praticare attività sportiva, nuotare, fare yoga o anche una semplice passeggiata migliorano la motilità intestinale.
  • Integratori di fibre: Psyllium e metilcellulosa possono aiutare a mantenere le feci morbide.
  • Lassativi osmotici: possono essere utili, ma solo sotto la supervisione medica.

Gli integratori probiotici nel trattamento delle feci a palline

I probiotici sono batteri benefici che contribuiscono all’equilibrio della flora batterica intestinale, svolgendo un ruolo cruciale nella regolazione del transito intestinale e nella formazione delle feci. Nel trattamento delle feci a palline, l’assunzione di probiotici può favorire il benessere intestinale e aiutare quindi a migliorare la consistenza fecale e a ridurre i sintomi associati. Ecco i loro benefici:

  • Ripristino della flora intestinale: i probiotici aiutano a ripristinare un equilibrio ottimale tra i batteri benefici e patogeni nell’intestino, migliorando la funzionalità del sistema digestivo.
  • Stimolazione del transito intestinale: alcuni ceppi probiotici, come alcuni Bifidobatteri, possono favorire la motilità intestinale, agevolando il transito delle feci e riducendo la stitichezza.
  • Produzione di acidi grassi a catena corta: i probiotici contribuiscono alla fermentazione delle fibre alimentari nell’intestino, producendo acidi grassi a catena corta come il butirrato, che aiuta a migliorare la salute della mucosa intestinale.

Vitalongum Probiotico per la salute intestinale

L’integrazione di probiotici come possibile supporto in caso di feci a palline può essere effettuata anche attraverso integratori specifici, come Vitalongum che contiene 3 ceppi di Bifidobacterium longum, zinco, selenio e prebiotici FOS. Anche in questo caso va sottolineato come sia sempre consigliabile consultare un medico per determinare il ceppo e la dose più appropriati per ogni caso specifico.

Le feci a palline, in conclusione, possono essere il risultato di una combinazione di fattori, tra cui una dieta povera di fibre, una scarsa idratazione e condizioni mediche sottostanti. Migliorare la dieta, aumentare l’assunzione di acqua, apportare cambiamenti nello stile di vita e l’assunzione di probiotici possono aiutare a risolvere il problema. 

Il probiotico scelto da 30mila persone come te

⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️ 4,8/5 (+700 RECENSIONI)

⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
4,8/5 (+700 RECENSIONI)

Se stipsi, gonfiore, colon irritabile, infiammazioni o diarrea ti accompagnano da sempre, l’integratore Vitalongum fa per te! Il nostro probiotico giornaliero favorisce da anni il riequilibrio della flora batterica intestinale di migliaia di persone, in modo 100% sicuro e naturale.

FINO AL 30% DI SCONTO + SPEDIZIONE GRATUITA

× Serve aiuto?