Infiammazione intestinale: i sintomi, le cause e i rimedi

da | Mar 4, 2024

Home » Salute » Disturbi » Infiammazione intestinale: i sintomi, le cause e i rimedi

L’intestino infiammato è una condizione caratterizzata dall’infiammazione della mucosa intestinale, che può interessare sia l’intestino tenue che il colon. Rappresenta quindi uno stato di irritazione e gonfiore delle pareti interne dell’intestino. Tale condizione interessa le funzioni digestive e l’assorbimento dei nutrienti, compromettendo l’equilibrio della flora intestinale. Si tratta di un segnale di disfunzione che riflette un’alterazione della normale fisiologia intestinale.

Ma quali sono i sintomi più comuni dell’infiammazione intestinale? E le cause, invece? Ecco tutte le informazioni utili, compresi i possibili rimedi per curarlo.

Infiammazione intestinale: i sintomi e come si manifesta

Nell’ambito dei disturbi gastrointestinali, l’infiammazione dell’intestino può manifestarsi attraverso un’ampia varietà di sintomi, alcuni dei quali possono sembrare contraddittori a prima vista. Tra questi, è comune riscontrare episodi di diarrea, un segno evidente di irritazione intestinale, oppure di stitichezza, che può derivare da un rallentamento delle funzioni digestive. Alcune volte, questi due sintomi possono alternarsi, creando ulteriore disagio e confusione nel paziente. Per identificare con precisione se si è in presenza di un intestino infiammato, è fondamentale osservare attentamente anche altri segnali, quali la presenza di meteorismo, che si manifesta con un accumulo eccessivo di gas nell’intestino, dolori addominali che possono variare da lievi a intensi, e crampi che colpiscono la zona addominale, rendendo il quadro sintomatico ancora più complesso e sfaccettato.

Altri sintomi dell’infiammazione intestinale possono essere:

  • muco nelle feci
  • sangue nelle feci
  • difficoltà digestive
  • febbre
  • eritema
  • dermatite
  • artrite
  • spondilite anchilosante
  • infiammazioni agli occhi
  • afte
  • perdita di peso

intestino infiammato dolore addominale

Infiammazione intestinale: le cause

L’infiammazione intestinale è un disturbo complesso che emerge dall’interazione di molteplici fattori, riflettendo così la complessità del sistema digestivo umano e le sue interazioni con l’ambiente esterno e interno. Le infiammazioni intestinali, infatti, possono essere di varia natura e interessare qualsiasi tratto dell’intestino, anche se le manifestazioni più comuni sono a carico dell’intestino crasso.

Le cause dell’infiammazione intestinale, nello specifico, sono varie e possono interagire tra loro, portando all’insorgenza di questa condizione. Di seguito, un elenco dei potenziali fattori principali:

  • Disbiosi intestinale: uno squilibrio nella flora batterica intestinale può favorire l’infiammazione;
  • Infezioni: alcune infezioni batteriche, virali o parassitarie possono innescare o aggravare l’infiammazione intestinale;
  • Dieta: un’alimentazione ricca di grassi saturi, zuccheri raffinati e cibo spazzatura può contribuire all’infiammazione;
  • Fumo: il fumo di sigaretta è stato identificato come un fattore di rischio per lo sviluppo di malattie infiammatorie intestinali;
  • Stress e fattori psicologici: Lo stress cronico può influenzare negativamente la salute intestinale, promuovendo l’infiammazione;
  • Uso prolungato di alcuni farmaci: L’assunzione a lungo termine di antibiotici, anti-infiammatori non steroidei (FANS) e altri farmaci può danneggiare la mucosa intestinale;
  • Malattie croniche: come ad esempio la malattia di Crohn, la colite ulcerosa o la sindrome dell’intestino o colon irritabile.

Comprendere le cause appena citate è fondamentale per adottare le strategie preventive più appropriate e per scegliere i trattamenti mirati e più efficaci in caso di infiammazione intestinale.

Intestino infiammato: i sintomi e le cause

Possibili cure e rimedi per l’infiammazione intestinale

L’infiammazione intestinale può trasformarsi in una condizione invalidante e rendere la gestione delle attività quotidiane piuttosto complessa. Per affrontarla e alleviare i sintomi dell’infiammazione, è possibile adottare diversi rimedi, sia di natura medica che legati a modifiche dello stile di vita.

Di seguito, alcuni dei principali interventi raccomandati:

  • Dieta adeguata: può essere utile ridurre il consumo di cibi infiammatori come zuccheri raffinati, grassi saturi e trasformati, scegliendo invece alimenti ricchi di fibre, antiossidanti e omega-3, che hanno proprietà anti-infiammatorie;
  • Idratazione: mantenere un’adeguata idratazione bevendo acqua regolarmente per facilitare la digestione e l’eliminazione delle tossine è altrettanto essenziale;
  • Riduzione dello stress: è possibile praticare tecniche di rilassamento come la meditazione, lo yoga o la respirazione profonda per mitigare l’impatto dello stress sull’intestino;
  • Attività fisica regolare: l’esercizio moderato può aiutare a migliorare la motilità intestinale e ridurre l’infiammazione;
  • Farmaci anti-infiammatori: in casi specifici, possono essere prescritti farmaci anti-infiammatori o immunosoppressori per controllare l’infiammazione;
  • Evitare il fumo e l’alcool: queste sostanze nocive possono aggravare l’infiammazione intestinale e dovrebbero essere evitate.

Ricordiamo comunque che è sempre fondamentale consultare un medico o un nutrizionista prima di apportare significative modifiche alla dieta o allo stile di vita, soprattutto in presenza di condizioni mediche preesistenti.

Un valido aiuto, inoltre, può arrivare dagli integratori probiotici come Vitalongum, in grado di favorire l’equilibrio della flora batterica intestinale, nonché condizione essenziale per iniziare a ridurre i disturbi come pancia gonfia, flatulenza e dolori addominali e ristabilire il benessere intestinale.

Gli integratori Neobilive possono aiutarti a riequilibrare la tua flora batterica intestinale, fornendoti un valido supporto per sfiammare il tuo intestino. Il tutto grazie alla formulazione contenente 3 ceppi unici e specifici di Bifidobacterium longum, zinco, selenio e prebiotici FOS.

Grazie all’assunzione giornaliera e regolare del probiotico Vitalongum, associata sempre ad un’alimentazione adatta, dimenticherai i disturbi intestinali. Scopri di più su Vitalongum!

Il probiotico scelto da 30mila persone come te

⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️ 4,8/5 (+700 RECENSIONI)

⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
4,8/5 (+700 RECENSIONI)

Se stipsi, gonfiore, colon irritabile, infiammazioni o diarrea ti accompagnano da sempre, l’integratore Vitalongum fa per te! Il nostro probiotico giornaliero favorisce da anni il riequilibrio della flora batterica intestinale di migliaia di persone, in modo 100% sicuro e naturale.

FINO AL 30% DI SCONTO + SPEDIZIONE GRATUITA

× Serve aiuto?