Regolarità intestinale: come fare per averla?

da | Ott 31, 2023

Home » Salute » Disturbi » Regolarità intestinale: come fare per averla?

Cosa si intende per regolarità intestinale

Andare in bagno in maniera sistematica e senza sforzi è fondamentale per il benessere dell’organismo. Tuttavia, moltissime persone hanno difficoltà ad evacuare e lamentano una scarsa regolarità intestinale.

La prima cosa da specificare è che le abitudini intestinali variano da individuo a individuo e su di esse incide notevolmente lo stile di vita. In linea generale, però, si parla di intestino regolare quando l’evacuazione avviene quotidianamente oppure a giorni alterni

Una frequenza più diradata e irregolare, invece, è tipica dell’intestino pigro o della stitichezza.

Per valutare la regolarità intestinale è necessario considerare anche la consistenza delle feci: quando l’intestino lavora bene le feci sono morbide e la defecazione è spontanea e senza sforzo.  

Di frequente, chi soffre di stitichezza tende a utilizzare lassativi per favorire la motilità intestinale e l’evacuazione. In realtà, per regolarizzare l’intestino è sufficiente assumere alcune sane abitudini per la salute della flora batterica intestinale

  • fare attività fisica regolarmente
  • curare l’alimentazione
  • evitare le situazioni di stress 
  • favorire l’equilibrio del microbiota intestinale con probiotici quotidiani come Vitalongum

Quando la flora batterica è in equilibrio, infatti, l’organismo lavora meglio e, di conseguenza, si favorisce anche la regolarità intestinale.

Come capire se l’intestino non funziona bene?

Pancia gonfia, pesantezza, flatulenza e malessere generalizzato sono segnali abbastanza chiari che l’intestino non sta lavorando come dovrebbe. Questi sintomi si manifestano sia in caso di intestino pigro che di stipsi vera e propria. 

Nell’intestino pigro è il colon a lavorare meno del dovuto, provocando un ristagno delle feci nel tratto gastrointestinale. Le persone con l’intestino pigro vanno in bagno in maniera irregolare e le feci risultano scarse e dure. 

La stitichezza, invece, è una condizione più complessa, in cui le feci sono dure e l’evacuazione avviene meno di tre volte alla settimana.

L’intestino, inoltre, non funziona bene nemmeno in caso di disbiosi intestinale, ossia quando si verifica uno squilibrio nella flora batterica dell’intestino. In tal caso, la persona può avvertire anche dolore a livello addominale, sentirsi stanca o avere difficoltà a concentrarsi. 

male intestino

Quali sono i fattori che disturbano la regolarità intestinale

Oltre alle peculiarità individuali, a disturbare la regolarità intestinale ci sono anche le abitudini di vita scorrette. Stile di vita sedentario, situazioni di stress, dieta povera di fibre e acqua sono fattori che influiscono negativamente sull’attività dell’intestino, provocando stitichezza e disordini intestinali

Ci sono poi diverse patologie che inibiscono la regolarità intestinale, con conseguenze estremamente fastidiose come malessere, gonfiore, escrezioni dolorose e faticose con feci solide

Cosa mangiare per andare in bagno con regolarità

Il primo passo per favorire la regolarità intestinale è la dieta. Con alimenti ricchi di fibre e la giusta quantità di acqua si stimola il transito intestinale e si eliminano più facilmente le scorie. In questo modo ci si libera della fastidiosa sensazione di gonfiore e di malessere dovuta al disordine intestinale. 

Chiaramente regolarità intestinale e dimagrimento vanno di pari passo: uno stile di vita sano e una dieta equilibrata aiutano a perdere peso più facilmente.

Gli alimenti migliori per regolarizzare l’intestino sono: 

  • frutta
  • verdura
  • cereali integrali
  • germogli di soia

Naturalmente, quando parliamo di dieta, è poi sempre opportuno optare per alimenti naturali a cui il corpo non presenta sensibilità o reazioni avverse.

Accanto a una dieta ricca di fibre, inoltre, è importante associare acqua e bevande non zuccherate, come estratti, spremute d’agrumi, tisane e tè verde. 

Nella dieta per la regolarità intestinale c’è posto limitato per dolci, fritture e cibi elaborati.

Rimedi naturali per la regolarità intestinale

Correggere il proprio stile di vita è il secondo step per migliorare i ritmi dell’intestino. Per iniziare a combattere stipsi e intestino pigro bisogna seguire ritmi regolari, compresi gli orari del pranzo e della cena, e rispettare le esigenze del proprio corpo.

Una strategia ottimale per la regolarità intestinale è prendersi cura quotidianamente dell’intestino con i probiotici. 

Gli integratori Vitalongum, a base di probiotici, prebiotici FOS, zinco e selenio, sono gli alleati migliori del tuo organismo perché favoriscono l’equilibrio della flora batterica intestinale, stimolando la crescita dei batteri buoni che la compongono. Con un’assunzione regolare, ti aiutano giorno dopo giorno a prenderti cura di te e del tuo amato intestino.Inizia ora la tua prova con Vitalongum e unisciti agli oltre trentamila clienti soddisfatti!  

Vitalongum Probiotico - Probiotici integratori quotidiani

Il probiotico scelto da 30mila persone come te

⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️ 4,8/5 (+700 RECENSIONI)

⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
4,8/5 (+700 RECENSIONI)

Se stipsi, gonfiore, colon irritabile, infiammazioni o diarrea ti accompagnano da sempre, l’integratore Vitalongum fa per te! Il nostro probiotico giornaliero favorisce da anni il riequilibrio della flora batterica intestinale di migliaia di persone, in modo 100% sicuro e naturale.

FINO AL 30% DI SCONTO + SPEDIZIONE GRATUITA

× Serve aiuto?