Rettocolite ulcerosa: sintomi, cause, cura

da | Ott 17, 2023

Home » Salute » Malattie » Rettocolite ulcerosa: sintomi, cause, cura

Cos’è la rettocolite ulcerosa e perché prendere probiotici

Malattia aggressiva ed estremamente dannosa per l’intestino, la rettocolite ulcerosa rientra tra le MICI, ossia le malattie infiammatorie croniche intestinali.

Conosciuta anche come colite ulcerosa, questa patologia è un’infiammazione cronica dell’intestino che interessa, in particolare, l’intestino crasso. Solitamente, la prima parte che tende a infiammarsi è il retto (da qui il nome rettocolite ulcerosa) ma, in molti casi, il malessere raggiunge anche il colon.

Nei pazienti affetti dalla colite ulcerosa si formano delle lesioni ulcerose a livello intestinale che provocano forti dolori e mettono a rischio la salute intestinale. La colite ulcerosa, infatti, può evolvere in maniera estremamente negativa: le lesioni possono danneggiare la struttura del colon oppure favorire lo sviluppo di cellule cancerose.

Le conoscenze attuali non consentono di comprendere completamente le cause della rettocolite ulcerosa. In linea generale, la comparsa della colite ulcerosa viene ricondotta ad un insieme di fattori di tipo genetico, ambientale e individuale, per cui si parla di patologia multifattoriale.

Come per la maggior parte delle malattie croniche, non esiste una cura definitiva per la rettocolite ulcerosa, ma si può intervenire in diversi modi, sia nei momenti di riacutizzazione della malattia che nelle fasi di remissione. 

Una particolarità della rettocolite ulcerosa, infatti, è che può alternare episodi acuti a periodi di benessere. Tuttavia, quando la malattia progredisce, lo stato infiammatorio tende a essere sempre più frequente tanto da interferire pesantemente con la qualità di vita del malato. 

Quando l’infiammazione è particolarmente acuta, si ricorre a rimedi farmacologici. Tuttavia, è importante prendersi cura della propria salute intestinale quotidianamente, attraverso la dieta e l’assunzione di probiotici specifici. Nella rettocolite ulcerosa, infatti, è molto frequente la disbiosi intestinale, dovuta alla crescita di batteri patogeni in alcune parti dell’intestino e all’uso frequente di farmaci antibiotici. 

I migliori probiotici per la colite ulcerosa sono quelli ad uso quotidiano come Vitalongum, in grado di favorire l’equilibrio della flora batterica intestinale ogni giorno e stimolare il sistema immunitario, grazie alla presenza di zinco e selenio.

Come si manifesta la rettocolite ulcerosa: sintomi

I sintomi più frequenti della rettocolite ulcerosa sono:

  • diarrea ematica
  • dolori a stomaco e intestino
  • crampi a livello addominale
  • incontinenza fecale
  • emissioni di feci miste a muco

In alcuni pazienti può comparire febbre. Mentre, a volte, la diarrea può provocare disidratazione.

È importante sapere che la colite ulcerosa non si manifesta solo a livello intestinale, ma può comportare anche sintomi in altre parti dell’organismo. Sono molto comuni i problemi cutanei, come noduli e lesioni ulcerose, e le infiammazioni agli occhi. Quattro pazienti su dieci soffrono anche di forme artritiche alle articolazioni periferiche e alla colonna.

Per una corretta diagnosi di rettocolite ulcerosa si ricorre a esami accurati, tra cui: calprotectina fecale, colonscopia, radiografia ed ecografia addominale.

Cosa mangiare con la rettocolite ulcerosa

Nelle malattie croniche intestinali la dieta è molto importante perché consente di gestire meglio l’infiammazione. In particolare, bisogna evitare cibi che tendono a irritare l’intestino e ridurre il consumo di grassi, latticini, caffeina, spezie, alimenti piccanti, legumi e alcol.

Al contrario, è fondamentale bere molto e assumere integratori per supportare l’organismo e migliorare le condizioni della flora batterica intestinale. 

Probiotici e prebiotici per la colite ulcerosa

Come abbiamo visto, la colite ulcerosa è caratterizzata dall’infiammazione della mucosa intestinale. Di conseguenza, la terapia è mirata a indurre la fase di remissione, agendo sugli stati infiammatori per cercare di ridurli, e a mantenerla. 

Tra i maggiori benefici dei probiotici c’è proprio quello di aiutare a stabilizzare la flora intestinale e favorire la crescita dei batteri buoni, in modo che il microbiota intestinale sia sano e in equilibrio.

A migliorare l’azione e la vitalità dei probiotici, poi, concorrono i prebiotici che, oltre a stimolare la crescita dei batteri contribuiscono alla difesa della mucosa intestinale. Dunque, un’integrazione regolare di probiotici e prebiotici nella dieta può aiutarti a mantenere a lungo la tua salute intestinale. Prova il probiotico Vitalongum, l’integratore giornaliero in grado di favorire l’equilibrio del microbiota intestinale, nonché condizione alla base del benessere dell’intero organismo.

Vitalongum Probiotico Confezione

Il probiotico scelto da 30mila persone come te

⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️ 4,8/5 (+700 RECENSIONI)

⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
4,8/5 (+700 RECENSIONI)

Se stipsi, gonfiore, colon irritabile, infiammazioni o diarrea ti accompagnano da sempre, l’integratore Vitalongum fa per te! Il nostro probiotico giornaliero favorisce da anni il riequilibrio della flora batterica intestinale di migliaia di persone, in modo 100% sicuro e naturale.

FINO AL 30% DI SCONTO + SPEDIZIONE GRATUITA

× Serve aiuto?