Qual è il momento migliore per assumere i probiotici?

da | Mar 30, 2024

Home » Salute » Qual è il momento migliore per assumere i probiotici?

I microrganismi contenuti all’interno degli integratori probiotici servono per favorire il ripristino dell’equilibrio della flora batterica intestinale. Il loro meccanismo di azione si attiva all’interno dell’intestino, dove effettuano una colonizzazione diretta. Quando vanno assunti, dunque?

Quando assumere i probiotici: il momento migliore e perché

Per svolgere al meglio la loro azione benefica, i probiotici devono essere assunti a stomaco vuoto. Assumere probiotici prima o dopo i pasti è molto differente, poiché il cibo altera il ph dello stomaco, rendendolo più aggressivo. I probiotici, invece, devono sopravvivere ai succhi gastrici e arrivare indenni all’intestino. 

Generalmente, il momento migliore per prendere i probiotici è al mattino, poco prima della colazione. Questo perché, durante la notte, l’acidità dello stomaco tende a diminuire, creando un ambiente meno ostile per i batteri benefici contenuti nei probiotici. Ingerendoli a stomaco vuoto, dunque, si aumenta la probabilità che sopravvivano al passaggio attraverso lo stomaco, raggiungendo l’intestino dove possono esercitare i loro effetti.

La loro vitalità, infatti, è proprio quella che permette di favorire l’equilibrio della flora locale, aiutando a contrastare i batteri patogeni e contribuendo al benessere del microbiota intestinale. 

Esistono poi integratori probiotici dotati di microincapsulazione, ovvero di una speciale tecnologia che permette ai singoli batteri di sopravvivere alla barriera acida dello stomaco, aumentando ulteriormente l’efficacia. I probiotici Vitalongum, per esempio, sono microincapsulati singolarmente, proprio per garantire che i microrganismi superino la barriera gastrica e raggiungano vivi l’intestino, dove poi esplicano i loro benefici.

qual è il momento migliore per assumere vitalongum?

Per quanto tempo si possono prendere i probiotici?

Nota: la consulenza con un professionista della salute può aiutare a determinare il regime di assunzione più adatto alle esigenze individuali, tenendo conto di eventuali condizioni specifiche e dell’obiettivo di salute desiderato.

Considerare la frequenza è fondamentale: l’assunzione regolare di probiotici, insieme ad una dieta bilanciata e a uno stile di vita sano, contribuisce a mantenere un equilibrio costante della flora intestinale, favorendo la digestione, il sistema immunitario e il benessere generale. 

Per essere efficaci, i probiotici devono poter aderire alla mucosa intestinale e riprodursi attraverso la formazione di colonie. Questo significa che non basta assumere i migliori probiotici per qualche giorno o una tantum. Periodi brevi, infatti, non sono sufficienti affinché gli integratori svolgano la loro azione. I benefici dei probiotici iniziano a manifestarsi dopo almeno tre o quattro settimane di trattamento.

Noi di Neobilive abbiamo sviluppato una formulazione a base di 3 ceppi di Bifidobacterium longum microincapsulati, Prebiotici FOS, zinco e selenio, studiata appositamente per un’assunzione continuativa nel tempo. L’uso di probiotici prolungato nel tempo, infatti, aiuta a mantenere un equilibrio intestinale a lungo termine che permette al corpo di rinforzare il sistema immunitario e di contrastare la proliferazione dei “batteri cattivi”.

Il probiotico scelto da 30mila persone come te

⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️ 4,8/5 (+700 RECENSIONI)

⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
4,8/5 (+700 RECENSIONI)

Se stipsi, gonfiore, colon irritabile, infiammazioni o diarrea ti accompagnano da sempre, l’integratore Vitalongum fa per te! Il nostro probiotico giornaliero favorisce da anni il riequilibrio della flora batterica intestinale di migliaia di persone, in modo 100% sicuro e naturale.

FINO AL 30% DI SCONTO + SPEDIZIONE GRATUITA

× Serve aiuto?