Sistema immunitario e intestino: che legame hanno?

da | Ott 3, 2023

Home » Salute » Sistema immunitario e intestino: che legame hanno?

Connessione tra intestino e sistema immunitario

Con una superficie di circa 32 metri quadrati, l’intestino è decisamente l’organo interno più grande dell’essere umano. Il suo ruolo, dunque, non è limitato all’assorbimento dei nutrienti dagli alimenti, ma costituisce una parte integrante della barriera protettiva dell’organismo.

Tra il 70 e l’80% delle cellule protettive, in effetti, si trova proprio nell’intestino, che viene considerato una delle sedi del sistema immunitario, utile a proteggere l’organismo dai batteri cattivi (gli agenti patogeni). Il nostro intestino, inoltre, contribuisce alla sintesi delle cellule immunitarie, che prevengono la formazione di virus, batteri e funghi, contrastandone l’azione.

Il tratto intestinale in cui risiede il maggior numero di cellule immunitarie è l’intestino tenue, ma lungo tutto l’intestino risiedono circa mille miliardi di microrganismi, indispensabili per il benessere dell’organismo. Questi microrganismi, noti come microbiota intestinale, iniziano a formarsi già all’interno del grembo materno e continuano a evolvere nel corso della vita. 

Quali sono le difese che compongono il sistema immunitario intestinale?

Il sistema immunitario intestinale è composto da diversi elementi, ognuno con una sua funzione specifica:

  • tessuto linfoide associato all’intestino (GALT): grazie al quale si attiva la risposta del sistema immunitario intestinale. Proprio nel GALT, infatti, vengono distinti gli antigeni dannosi e le eventuali minacce per l’organismo
  • muco intestinale: oltre a difendere le pareti intestinali dagli acidi dello stomaco, il muco facilita l’espulsione dei batteri nocivi dall’intestino
  • cellule di Paneth: hanno una funzione antimicrobica e antibatterica
  • enzimi: favoriscono la risposta immunitaria dell’intestino
  • flora batterica intestinale: è costituita anche da batteri buoni, che aiutano a mantenere la salute intestinale
  • la parete intestinale: che permette all’organismo di assumere le sostanze nutritive dagli alimenti, andando a eliminare microbi e batteri patogeni.

Quando sistema immunitario e intestino sono in buona salute, l’organismo è sano ed è in grado di difendersi da potenziali pericoli. Al contrario, una condizione di disbiosi intestinale può favorire la comparsa di patologie a livello intestinale o sistemiche.

Come capire se il sistema immunitario non funziona?

I primi segnali che l’organismo lancia quando il sistema immunitario si indebolisce sono stanchezza e dolori diffusi. Le difese immunitarie basse e l’intestino in una circostanza di squilibrio sono condizioni che si possono evincere anche dalla pelle, che si mostra spenta e disidratata, e dai capelli, indeboliti e con la tendenza a cadere.

Inoltre, i soggetti con un deficit delle difese immunitarie faticano a digerire, lamentano pancia gonfia, sono esposti a infiammazioni croniche intestinali (MICI) e intolleranze alimentari.

Oltre alle patologie strettamente legate alle condizioni dell’intestino, gli scompensi che riguardano sistema immunitario e intestino sono anche alla base di diverse patologie autoimmuni, ad esempio a carico della tiroide o a livello metabolico. 

Con un sistema immunitario compromesso, chiaramente, ci si ammala con maggior frequenza e si è più esposti a virus e batteri.

Come rinforzare il sistema immunitario intestinale?

Il benessere del sistema immunitario e la flora intestinale, dunque, sono estremamente legati e bisogna prestare attenzione al proprio stile di vita per preservarli.

La prima regola per avere un microbiota intestinale in salute è curare la dieta, prediligendo alimenti ricchi di vitamine e nutrienti.

A tal proposito, il supporto di un valido Nutrizionista può essere decisivo nella scelta della dieta migliore da seguire.

Allo stesso modo, è fondamentale anche evitare le fonti di stress o imparare a gestirle. La sfera emotiva, infatti, influenza da vicino la salute intestinale.

Per rafforzare le difese immunitarie dell’intestino, infine, occorre favorire la digestione e la peristalsi, in modo che la flora batterica si mantenga in una condizione di equilibrio (eubiosi). Per questo motivo può essere utile inserire nella dieta un integratore a base di probiotici e prebiotici come Vitalongum, il quale favorisce il transito intestinale e promuove l’equilibrio della flora batterica intestinale. Rimani in salute: acquista subito gli integratori Neobilive e prenditi cura del tuo sistema immunitario ogni giorno.

Vitalongum Probiotico - Probiotici integratori quotidiani

Il probiotico scelto da 30mila persone come te

⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️ 4,8/5 (+700 RECENSIONI)

⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
4,8/5 (+700 RECENSIONI)

Se stipsi, gonfiore, colon irritabile, infiammazioni o diarrea ti accompagnano da sempre, l’integratore Vitalongum fa per te! Il nostro probiotico giornaliero favorisce da anni il riequilibrio della flora batterica intestinale di migliaia di persone, in modo 100% sicuro e naturale.

FINO AL 30% DI SCONTO + SPEDIZIONE GRATUITA

× Serve aiuto?